Kaola e il cross-border e-commerce spingono in alto le vendite di Alibaba durante il Singles Day. Buone le performance di JD che bissa il record dell’anno scorso. Mentre Sunning chiude in rialzo. Assente Pinduoduo.
Nella giornata di ieri il gigante e-commerce di base ad Hangzhou ha surclassato i numeri dell’edizione 2018 del suo Global Shopping Festival, meglio noto come Singles Day o Double 11. Ideato nel 2009 dal fondatore Jack Ma, il Double 11 è divenuto ben presto uno degli appuntamenti e-commerce più importanti a livello mondiale. Quest’anno come non mai, Alibaba ha avuto un inizio a dir poco incredibile.
La piattaforma è riuscita a registrare vendite per $1.43 miliardi in meno di un minuto, 29 secondi in meno rispetto il 2018. Inoltre, in circa 12 minuti, Alibaba ha chiuso vendite per $7.15 miliardi. Dopo poche ore, la cifra era più che triplicata raggiungendo i $22.63 miliardi, mentre, dobbiamo ricordare, che la stima totale della revenue dell’edizione 2018 è stata di $31 miliardi.  E la logistica? In 10 ore Cainiao ha dovuto spedire oltre 812 milioni di pacchi.
Come riportato da Alibaba, quest’anno Tmall Global ha garantito l’accesso al mercato cinese ad oltre 620.000 nuovi articoli, prodotti da più di 20.000 marchi provenienti da 78 paesi. Quattro le parole chiave per capire questo Double 11 2019: live-streaming, cross-border e-commerce, green 11.11 e global reach. Giappone, Stati Uniti, Corea, Australia, Germania, Francia, Regno Unito, Nuova Zelanda, Italia e Canada sono rientrate nell’ordine nella top 10 chart dei consumatori di Alibaba per quanto riguarda i prodotti cross-border venduti su Tmall Global.
Kaola, recentemente acquistata da Alibaba, ha infatti portato un portfolio di 10.000 marchi internazionali di eccellenza, motivo per il quale non deve sorprendere che le pre vendite dei beni d’oltremare hanno registrato un incremento del 113% rispetto l’anno scorso. A guidare il trend sono essenzialmente due categorie merceologiche, il settore beauty e maternità-prima infanzia. Si rafforza infine la posizione di Alibaba nelle lower tier cities. Come riportato dall’azienda, oltre il 70% dei 102 milioni di nuovi utenti attivi annuali di Alibaba provengono da queste realtà cittadine.
Buone infine le performance dei principali concorrenti di Alibaba. JD, la piattaforma e-commerce di base a Pechino, si conferma “eterno secondo”, ma riesce comunque a surclassare il record del 2018 chiudendo la giornata con un guadagno complessivo di circa $29 miliardi. Continua a crescere Suning che ha registrato un incremento delle vendite del 76%.
Grande assente Pinduoduo. La compagnia ha rilasciato pochi e scarni dati di vendita ed ha anzi diramato un sintetico comunicato dove si legge: “Il Double 11 è solo un giorno straordinario. È l’utente che ha creato l’evento, non il contrario. Quindi, ci preoccupiamo più dei nostri consumatori che dei numeri”. Molti esperti ritengono che Pinduoduo abbia volutamente glissato il Double 11 di quest’anno. L’attività dell’azienda per sponsorizzare il proprio evento sono state infatti decisamente scarne e molti ritengono che i vertici della piattaforma di base a Shanghai abbiano battuto in ritirata consci dell’impossibilità di battere il tandem Alibaba-JD.