Una totale interazione tra e-commerce e social-network: questo è Little Red Book, l’app la cui ascesa sembra non finire.

 

Il “Libretto Rosso” conquista i cuori delle folle? Non proprio. Il Little Red Book cui ci riferiamo è in realtà 红小书, una giovane ed innovativa piattaforma e-commerce che negli ultimi anni ha sbaragliato la concorrenza, ergendosi come uno dei player più competitivi ed innovativi del settore.
Fondato il 6 Giugno 2013, Little Red Book – anche chiamato semplicemente Red – in soli 5 anni una delle più grandi community online dedicata ai brand di lusso stranieri.
Ma in cosa consiste Little Red Book? Questa non è soltanto una piattaforma per gli acquisti online di prodotti d’importazione, ma è un ibrido tra un social network ed una piattaforma e-commerce. L’integrazione tra interazione e “online business” è alla base del successo di Red. Il segreto di questo “social e-commerce” è riassumibile in tre punti: marketing attraverso passaparola, analisi dei big data e consigli personalizzati. Non c’è modo migliore di aumentare il tasso di conversione che attraverso il passaparola degli utenti reali, con i loro post e i loro commenti.
Aprendo Little Red Book, ci si accorge dell’enorme differenza che vi è tra questa app ed i  principali siti di compravendita online. Il punto di partenza di Red è stato quello di essere online community, dove gli utenti postano le loro esperienze di shopping all’estero e i prodotti acquistati, aggiungendo descrizioni e consigli.
Little Red Book segue a tutti gli effetti il trend del futuro: il social e-commerce. Ed i player tradizionali come Alibaba? Dietro a queste nuove realtà ci sono proprio i loro investimenti
Ad oggi Little Red Book conta oltre 100 milioni di utenti.  Seguitissima la sua pagina social su Weibo. Perché quindi osservare con interesse Little Red Book? Questa piattaforma come Pinduoduo e Meilishuo ha proiettato l’e-commerce su un gradino superiore: una reale fusione tra social network e commercio digitale. In una sola parola social e-commerce.
Che queste piattaforme scarteranno in futuro il primato di giganti come Alibaba o JD? Al contrario, questa rivoluzione nelle piattaforme digitali è proprio guidata e finanziata dai giganti del commercio online cinese. Il colosso di Hangzhou, ad esempio, ha finanziato in parte l’ascesa di Little Red Book.