La video-driven e-commerce è una realtà in Cina già dal 2016, ma solo di recente è divenuta una vera tendenza da tenere sotto osservazione. Incontriamo oggi le due piattaforme leader del livestreaming in Cina che per prime si sono cimentate nell’ideare un maggiore coinvolgimento dei clienti:: Mogujie e Taobao.

 

Mogujie, con 67 milioni di MAU (marzo 2019), principalmente donne di età compresa tra 15-30 anni, è una piattaforma e-commerce che offre per lo più prodotti di abbigliamento.  La piattaforma ha iniziato a calcare le scene del livestreaming trasmettendo online delle sfilate dove i clienti, con un click, potevano direttamente comprare i prodotti che passavo in rassegna sullo schermo. A tutti gli effetti possiamo dire che Mogujie sia stato il vero pioniere del settore del livestreaming e-commerce in Cina, prima ancora che Taobao investisse in questa rivoluzionaria forma di business.
Comprare su Mogujie è molto semplice. Gli utenti, interfacciandosi direttamente sull’app mobile di Mogujie o al mini-programma apposito su WeChat – la quale ha visto tassi di conversione il doppio rispetto quelli dell’app –  possono tranquillamente acquistare il prodotto del venditore direttamente durante la visualizzazione di un video.
E i dati dell’app sottolineano come Mogujie sia un player rilevante nel mercato della video-driven e-commerce. Punto di forza del portale è la sua specificità per quanto riguarda il pubblico che permette ai venditori di andare a colpo sicuro sul proprio target d’arrivo.
Per quanto riguarda i dati di traffico, gli utenti trascorrono in media 40 minuti al giorno a visionare in diretta sessioni di video e l’app trasmette in streaming  circa 800 spettacoli al giorno, con alcune sessioni che possono generare guadagni di oltre 800 mila RMB spettacoli che generano fino a 110 mila dollari di incassi.
Di diversa caratura Taobao. Il noto portale che fa capo ad Alibaba, come ovvio pensare, ha una potenza di fuoco ben maggiore di Mogujie grazie ai suoi 700 milioni active users (marzo 2019).
Taobao è il principale mercato di e-commerce C2C di Alibaba. Ad oggi è a tutti gli effetti una delle principali piattaforme di livestreaming e-commerce in Cina. Sebbene Taobao abbia iniziato la sua avventura “in diretta” vendendo principalmente capi di abbigliamento, nel tempo l’offerta ha investito ogni categoria merceologica. Dalle tv agli spazzolini elettrici, dai rossetti alle scarpe da corsa, tutto passa per Taobao. Persino le mele dello Shandong trovano spazio su Taobao.
E i numeri del portale sono impressionanti. La forza del portale è tutta nell’eterogeneità del pubblico. Taobao offre oltre 4 mila host live streaming che generano oltre 150 mila ore di contenuti su base giornaliera con 600 mila prodotti disponibili per l’acquisto durante gli spettacoli live streaming. Solo nel 2018, la sezione livestreaming di Taobao ha generato utili per 15.1 miliardi di dollari.