Dopo l’approdo al livestreaming, WeChat sembra avere anche piani per ristrutturare i suoi mini programmi che hanno aperto la piattaforma al settore dell’e-commerce. Come molti altri social media, anche la popolare app di messaggistica cinese ha nel suo portfolio account ufficiali aziendali. Nel gennaio 2017, WeChat lanciò questi mini programmi che di fatto collegavano questi account aziendali agli utenti abilitando determinate funzionalità come contenuti aggiuntivi, programmi fedeltà e transazioni.
Facile il motivo del loro successo. Gli utenti di WeChat hanno cominciato ad apprezzare questi mini programs perché permettevano loro di conoscere ed acquistare prodotti senza scaricare un’altra app o essere reindirizzati a un altro sito web, risparmiando così tempo e memoria sui loro telefoni. Secondo WeChat, a partire da ottobre 2019, la piattaforma ospita oltre 1 milione di mini programmi in oltre 200 settori. Tencent a fine mese ha riportato che un utente apre in media un mini-program circa quattro volte al giorno. 
La funzionalità dei mini programmi va oltre un acquisto “in-app” e può essere sfruttata per diverse transazioni. Gli acquirenti possono utilizzare il mini programma di un rivenditore per scansionare i prodotti ed effettuare il pagamento senza attendere in fila: è quello che gli esperti chiamano “scan-and-go”. Walmart China, ad esempio, ha dichiarato che oltre il 30% delle transazioni nei loro punti vendita vengono eseguite tramite questa funzionalità attraverso il mini programma su WeChat dello store. 
I mini programmi consentono inoltre esperienze di acquisto omnichannel, dove gli acquirenti possono acquistare online il prodotto e ritirarlo in negozio. Senza contare che WeChat spinge anche le compagnie che si registrano sul suo portale ad offrire prezzi scontati agli acquirenti che incoraggiano acquisti di gruppo. Il funzionamento è semplice. Il buyer originale condivide un prodotto con il prezzo scontato sul suo profilo WeChat, se abbastanza persone effettueranno l’acquisto, tutti riceveranno il prodotto a prezzo scontato. Ad esempio Feelunique ha lanciato una campagna di sei giorni con uno sconto del 40% su un set Caudalie. Risultato? La compagnia ha visto un aumento del 26% degli utenti.