chinese-social-media

L’Occidente sta cominciando a concentrarsi sempre più sulla sfera digitale cinese e sui suoi vari attori, copiando anche gli ultimi digital trend del Dragone. Quindi chi sono i principali attori nella sfera digitale cinese? In che cosa differiscono dalle piattaforme che conosciamo in Occidente?

 

WeChat

WeChat non ha bisogno di presentazioni! Creata dal gigante cinese Tencent nel 2011 e inizialmente progettata come app di messaggistica, WeChat è diventata una vera piattaforma per la gestione della vita dei suoi utenti, divenendo in poco tempo apripista delle cosiddette “super app” grazie anche al suo e-wallet. Prenotare voli o biglietti ferroviari, ordinare la cena o ricaricare il il credito del telefono. Grazie alle collaborazioni con JD o Meipai, che hanno aperto dei propri mini-programmi su WeChat, l’app di Tencent ha anche abbracciato di recente l’e-commerce. Sfida aperta ad Alibaba?

Xiaohongshu

Meglio conosciuto a livello internazionale come Little Red Book o Red Book, Xiaohongshu è in piena espansione. Il suo modello di business si basa sul fenomeno del social commerce: integrazione di e-commerce e social media, ovvero il combinare il potere dei social network con la facilità d’uso delle piattaforme di e-commerce. Originariamente, Xiaohongshu era una piattaforma per lo scambio di consigli sull’acquisto di prodotti di lusso all’estero, ma nel tempo l’app ha avuto una svolta inaspettata. Da allora è diventata la piattaforma preferita per i KOL operanti nel settore della moda e del beauty, tanto che ora l’app ha permesso agli utenti più seguiti di aggiungere un link direttamente sulla propria foto per consentire alla propria comunità di acquistare il prodotto presentato nella foto stessa. Ad oggi  Xiaohongshu è ora una delle piattaforme con il più alto livello di fiducia da parte degli utenti, una vera risorsa per le aziende che desiderano operare nell’e-commerce cinese ed esplorare i nuovi trend del Dragone

Zhihu

Zhihu è una di queste piattaforme regolarmente assimilate alle loro controparti occidentali. Zhihu è sin dalle origini una Q&A community online, ma nel tempo ha avuto una “svolta business” piuttosto inaspettata. Assimilato generalmente all’americana Quora, le funzionalità di Zhihu sono decisamente più sviluppate rispetto alla controparte occidentale. Zhihu riunisce sì una comunità di utenti istruiti e informati alla ricerca di informazioni e conoscenze, ma offre non solo servizi di domande e risposte, bensì si concentra anche sulla pubblicazione di articoli, round table su vari argomenti nonché dibattiti online. Il portale è divenuto nel tempo una piattaforma piuttosto importante per i brand al fine di creare un proprio brand awareness in Cina, dal momento che Zhihu permette anche la creazione di account aziendali ufficiali. The Ultimate Guide for B2B Digital Marketing in China

Douyin

Meglio conosciuto a livello internazionale come Tiktok, Douyin è l’applicazione cinese dei mini video di intrattenimento. Creata nel 2016, l’applicazione ha già oltre 500 milioni di utenti e ha anche iniziato a sviluppare funzionalità di e-commerce per sfruttare l’evoluzione del social commerce in Cina. La grande comunità KOL e il loro esercito di follower sono un fattore importante per attrarre le aziende che desiderano creare campagne sulla piattaforma cinese.

Jinri Toutiao

Con quasi 110 milioni di utenti attivi ogni giorno, Jinri Toutiao (letteralmente il titolo del giorno) è una delle piattaforme di informazioni e contenuti più popolari in Cina. Come Douyin, fa parte del gruppo ByteDance. La forza di Toutiao? L’uso dell’intelligenza artificiale tramite algoritmi complessi per organizzare il contenuto in modo pertinente per ciascun utente. Grazie a questo sistema, Toutiao è una risorsa importante per le aziende che desiderano promuovere la propria attività sulla piattaforma. Infatti, Toutiao ha strumenti di targeting molto più potenti rispetto alle piattaforme concorrenti, consentendo alle aziende di ottimizzare le proprie campagne.
WeChat, Weibo e Baidu sono in effetti i principali attori digitali in Cina. Tuttavia, i loro concorrenti che operano in vari settori hanno caratteristiche uniche e specifiche per il mercato cinese, offrendo molteplici opportunità alle imprese straniere. Queste piattaforme, spesso erroneamente assimilate come brutte copie delle loro controparti occidentali, sono in realtà più sviluppate e molto più avanzate in termini di tecnologia. Forse questa dinamica spingerà le piattaforme americane a superare se stesse per recuperare il considerevole vantaggio che la Cina sta assumendo.