Secondo China Internet Watch, l’intero settore del cross-border e-commerce cinese nel 2019 ha generato introiti per circa $ 100 miliardi. Un dato superiore ad ogni altro tipo di mercato ed è ormai fuori questione che il Dragone stia dominando il settore dell’e-commerce mondiale. Ma quali sono le principali piattaforme cross-border cinesi? 
1. Alibaba domina con oltre il 50% del mercato
Al primo posto troviamo Alibaba. Il gigante con sede ad Hangzhou, dopo l’acquisizione di Kaola.com, è divenuto a tutti gli effetti il monopolista nel settore del cross-border e-commerce con oltre il 50% del mercato. Sui suoi portali è infatti possibile trovare di tutto, dalla carne australiana ai cosmetici di lusso europei. Proprio il cross-border e-commerce ha spinto in alto le vendite durante il recente Double 11 ed ora la compagnia di Jack Ma ha cominciato le nuove campagne per il capodanno cinese.

2. Mia.com – 蜜芽: La piattaforma leader nei prodotti per l’infanzia
Mia.com, 蜜芽, precedentemente miyabaobei.com,  è una piattaforma di e-commerce fondata da Liu Nan nel 2011, con sede a Pechino. Nata come uno dei tanti portali su Taobao, la piattaforma lasciò la galassia Alibaba per stabilire il proprio dominio a febbraio 2014. Mia.com offre ai genitori tutto ciò di cui hanno bisogno, dai prodotti per bambini ai giocattoli. Ritagliandosi un posto di nicchia in prodotti per l’infanzia importati, la società di vendita al dettaglio online ha rapidamente una valutazione di 1 miliardo di dollari in meno di quattro anni.
3. Little Red Book-红小书: Quando il social-commerce rivoluziona gli acquisti online
Fondato il 6 Giugno 2013, Little Red Book – anche chiamato semplicemente Red – in soli 5 anni una delle più grandi community online dedicata ai brand di lusso stranieri ed oggi conta oltre 100 milioni di utenti. Ma in cosa consiste Little Red Book? Questa non è soltanto una piattaforma per gli acquisti online di prodotti d’importazione, ma è un ibrido tra un social network ed una piattaforma e-commerce. A differenza dei principali siti di compravendita online, il punto di partenza di Red è stato quello di essere online community che, come Pinduoduo, ha proiettato l’e-commerce su un gradino superiore: una reale fusione tra social network e commercio digitale. In una sola parola social e-commerce e Little Red Book è oramai il punto di riferimento per gli acquisti della cosiddetta Generation Z, la nuova generazione che guiderà i consumi del Dragone ed ora la piattaforma aprirà il suo primo store fisico a Shanghai.