BEAUTY IN CINA: GLI ULTIMI TREND

BEAUTY

Il 2021 è stato un anno significativo per il mercato della cosmetica cinese. Il 1° gennaio 2021 è entrato in vigore il Cosmetic Supervision and Administration Regulation (CSAR) che ha introdotto misure di supervisione più rigorose nell’industria cosmetica cinese. In questo nuovo sistema normativo, il mercato cosmetico ha assistito alla crescita esplosiva di alcune categorie e brand, nonché persino alla scomparsa di alcune sottocategorie. In generale, il mercato cosmetico cinese è diventato più ordinato, offrendo più opportunità di prima ai player del settore. Diamo un’occhiata ai top trend di quest’anno.

 

  • Cosmetici funzionali

Negli ultimi anni, la cosmetica funzionale è diventata una spinta sostanziale per il mercato cosmetico cinese. Il consumo di tali prodotti ha raggiunto 88,4 miliardi di RMB lo scorso anno, e si prevede che supererà i 100 miliardi di RMB nel 2023.

 

  • Settori di nicchia

Negli ultimi due anni, quello delle fragranze e dell’oral care sono stati i due settori più in crescita. Secondo Euromonitor, il tasso di crescita del mercato cinese dei profumi, trainato principalmente dai giovani consumatori della GenZ, dovrebbe raggiungere il 22,5% nei prossimi 5 anni, e le vendite al dettaglio saliranno a 30 miliardi di RMB entro il 2025. Il valore di mercato dell’oral care, incece, ha raggiunto 7,1 miliardi di USD nel 2020.

 

  • Tech Trends

Le aziende del settore beauty in Cina continuano a stare al passo con le ultime tendenze tecnologiche, integrando sagacemente nuove tecnologie alle loro strategie di marketing.
L’Oréal ha lanciato uno virtual mirror chiamato Makeup Genius per simulare al meglio l’esperienza del makeup.
Estee Lauder ha rilasciato un’applicazione VR chiamata iMatch per aiutare gli utenti a scegliere la giusta tonalità di fondotinta.

Nel 2021, la tecnologia NFT è diventata la preferita dai beauty brand. Givenchy è stato il primo brand a lanciare un progetto di bellezza NFT nel luglio 2021. Paris L’Oréal ha collaborato con artiste cinesi per la creazione di opere d’arte NFT in rappresentanza dei propri rossetti.
Inoltre, sempre più sono i beauty brand a scegliere di collaborare con virtual idols, tra cui Watsons, L’Oréal e Florasis.

 

  • She Power

Con il miglioramento dello stile di vita delle consumatrici cinesi e con l’ascesa del femminismo, lo “she power” è arrivato a rappresentare un concetto molto popolare nelle campagne di marketing. È diventato, infatti, molto importante supportare le donne che si appropriano della propria voce, dignità e valore. Il brand Estee Lauder, per esempio, ha portato avanti una campagna di comunicazione e marketing in collaborazione con alcune atlete cinesi per inviare un forte messaggio alla società, subito diventato virale: anche le donne possono essere coraggiose, tenaci e indipendenti.

 

  • Children Cosmetics

Dal 1° gennaio 2022 è entrata in vigore il Supervision and Administration Provisions on Children Cosmetics, ovvero delle disposizioni di vigilanza e amministrazione sui cosmetici per bambini, che impongono norme più severe rispetto ai cosmetici generali. Nel 2021, oltre 40 nuovi marchi di prodotti per l’infanzia all’estero sono entrati nel mercato cinese attraverso Tmall Global. Categorie principali in questo settore sono: creme idratanti, creme solari e gel doccia per bambini.

 

>> LEGGI ANCHE: IL MERCATO DEL CLEAN BEAUTY IN CINA: SFIDE E OPPORTUNITÀ

 

Visita il nostro sito e seguici sui social per rimanere sempre aggiornato. 
Contattaci per scoprire la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business: info@oborgroup.net

 

Lascia un commento