JD.COM LANCIA LA “ONE-HOUR DELIVERY”

elena 2
JD.com, il numero due nell’e-commerce cinese dopo Alibaba, ha annunciato che collaborerà con Dada Group per fornire un servizio di consegna in un’ora agli utenti che effettuano ordini per prodotti di prima necessità sulla piattaforma.
La nuova partnership con Dada Group, joint venture di JD per la vendita al dettaglio e le consegne locali on-demand, consentirà di acquistare e ricevere più di 3 milioni di prodotti in un’ora di tempo, con alcuni prodotti disponibili per la consegna entro soli 15 minuti.
Per rendere tutto ciò possibile, Dada Group lancerà circa 100.000 negozi da JDDJ (JD Daojia, piattaforma al dettaglio on-demand a livello locale di Dada) su JD.com. Molte le catene di supermercati tra le prime realtà ad aderire, come Walmart, Yonghui Superstores, Better Life e BHG.
Questa collaborazione rappresenta un upgrade del programma “Omnichannel Fulfillment Supply Chain Innovation” lanciato lo scorso anno da JD.com, che integra diversi tipi di canali offline, tra cui supermercati, minimarket e negozi mono-marca, consentendo loro di consegnare direttamente gli ordini ricevuti tramite la piattaforma, adottando una rete di distribuzione decentralizzata volta a ridurre i costi, a migliorare l’efficienza della supply chain e a ridurre i tempi di consegna a una media di due ore.
La partnership sembra rivelarsi vincente per tutte le parti coinvolte. Per i negozi e i rivenditori che lavorano con JDDJ, il lancio sulla piattaforma JD.com rappresenta non solo un nuovo canale di vendita ma anche un’opportunità per attirare nuovi clienti. Per i clienti si concretizza la possibilità di usufruire di un servizio di consegna ancora più veloce per acquisti effettuati su JD. Per JD, infine, migliora significativamente l’offerta dei prodotti disponibili online, grazie alla diversificazione degli stessi.
Molti dei partner di JD hanno aderito da subito al lancio del programma di distribuzione omnichannel, tra cui Coca-Cola, Nongfu Spring, P&G, C’est bon, Budweiser, coprendo negozi offline in 242 città della Cina. Alcuni di questi marchi, durante l’ultimo trimestre del 2019, hanno visto aumentare i loro ordini del 300% YoY. 
Se inizialmente il programma riguardava la vendita e la consegna di prodotti pesanti e voluminosi, come riso, farina e birra, attualmente esso include perfino i medicinali. Ad oggi, infatti, si contano circa 13.000 farmacie offline aderenti in 157 città cinesi pronte a fornire medicinali in tempi di consegna da record.

Lascia un commento