“PHEAGEE” E MODA DIGITALE: IL NUOVO SETTORE SU CUI PUNTARE

moda

L’app degli short video per eccellenza Douyin, secondo iimedia il 25 aprile  ha stretto una forte collaborazione con la moda digitale lanciando la propria comunità nota come Pheagee.

La nuova attività, sviluppata da un’affiliazione con l’associazione “Shanghai Pheagee Technology”, è interamente di proprietà del gigante tecnologico ByteDance ed è supervisionata da Ren Lifeng, il capo dell’attività VR di ByteDance “PICO” (una start-up cinese virtuale acquisita da ByteDance a fine agosto).

Resta inteso che la neonata comunità Pheagee deve trovare la giusta combinazione tra gli esseri umani virtuali e l’abbigliamento digitale. Inoltre, questo nuovo spazio online è stato progettato per diventare un luogo che consente la produzione continua di moda digitale tramite collegamenti tra le unità principali del gruppo, tra cui l’e-commerce Douyin e PICO, questo a dimostrazione della grande ambizione di ByteDance di spingersi ancora di più nello spazio del metaverso  cinese, al fine di occupare una buona parte del terreno di una delle tendenze digitali più in voga del momento.

In effetti, molte altre importanti aziende tecnologiche cinesi hanno già sviluppato il ​​loro layout nel settore della moda digitale. Nella realtà tutto questo si traduce in una sottocategoria dell’emergente settore del design della moda digitale. Dopo una settimana dall’annuncio di Bytedance anche la piattaforma social Xiaohongshu ha annunciato la sua collaborazione con la Shanghai Fashion Week, lanciando il progetto “Design Verse” che ha visto coinvolti nove designer cinesi, mettendo poi in vendita un totale di 3.000 articoli di moda digitali esclusivamente sulla sua piattaforma.

Anche Tencent intensifica le sue azioni per essere sempre più presente nel metaverso e lo fa apportando una nuova funzionalità nelle chiamate ovvero “Super QQ Show”, uno spazio interattivo 3D utilizzabile dagli utenti mentre utilizzano l’app.

Per gli esperti di digital, la moda virtuale non rappresenta una grande novità, infatti la Realtà Aumentata ha fatto la sua entrata con l’arrivo della pandemia nel 2020 quando le persone non andavano nei negozi fisici. Due anni dopo, questa tecnologia è stata ampiamente condivisa tra il pubblico, soprattutto grazie alla funzione di prova virtuale nei settori della bellezza e delle scarpe, nonché ai filtri selfie interattivi sulle piattaforme social. Ciò che è vero, è che ora gli abiti virtuali per personaggi digitali sono il trend del momento e che sicuramente rappresentano una nuova fonte di entrate per Tencent, perché i suoi giovani utenti (per lo più GenZ) sono ossessionati dalla decorazione dei loro idol con abiti digitali, che costano circa 80 RMB ($ 12,22) per abito.

Questo fenomeno legato soprattutto al settore dell’abbigliamento rappresenta  l’apertura di una nuova fetta di mercato per gli investitori, infatti stanno emergendo sempre più utenti, sia privati che brand, che si spingono in questa nuova avventura, sfruttando l’onda di popolarità del metaverso. 

>> LEGGI ANCHE: ENTRARE NEL MERCATO CINESE: LE PRINCIPALI SFIDE PER I BRAND INTERNAZIONALI

 

Visita il nostro sito e seguici sui social per rimanere sempre aggiornato. 
Contattaci per scoprire la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business: info@oborgroup.net

 

Lascia un commento