DOUYIN E IL QUEEN’S DAY SHOPPING FESTIVAL DA 2 MILIARDI DI DOLLARI

BEAUTY 02 100 scaled

Commemorata per la prima volta nel 1924, solo dopo la fondazione della Repubblica Popolare Cinese nel 1949 viene ufficialmente istituita la data dell’8 marzo per la Festa della Donna in Cina.

Il significato della giornata si è via via allontanato dall’originaria celebrazione dell’empowerment femminile, divenendo una giornata che le donne cinesi festeggiano uscendo con le amiche e usufruendo di sconti e promozioni speciali per lo shopping e per i punti di interesse artistico-culturali.

Per questo, negli ultimi anni, i big player dell’e-commerce cinese hanno colto l’opportunità per creare eventi di shopping online coordinati con la festività dedicata alle donne, come il Queen Festival di Tmall, il Butterfly Festival di JD.COM e il Goddess Festival di Jumei. Ad oggi la Festa della Donna rappresenta un vero e proprio appuntamento fisso con lo shopping in Cina, conosciuto come “Queen’s Day” o “Goddess Day”.

 

>> LEGGI ANCHE: SHOPPING FESTIVAL IN CINA: SEI SICURO DI CONOSCERLI TUTTI?

 

Quest’anno, per la prima volta, la principale short-video app cinese Douyin (抖音) ha lanciato uno shopping festival organizzato ad hoc per l’occasione. Dal 27 febbraio all’8 marzo si è tenuta la prima edizione del “Queen’s Day Shopping Festival” (抖音女王节, Dǒuyīn nǚwáng jié): dieci giorni di dirette streaming da parte di influencer e sconti speciali riservati agli utenti dell’app. Numerosi i brand locali e internazionali che hanno aderito all’iniziativa: tra questi il gigante high-tech Apple, il brand di make-up cinese Perfect Diary, il famoso brand di abbigliamento sportivo Li-Ning, il brand francese Avène specializzato in skincare e la società aurifera China National Gold.

Di recente Douyin ha pubblicato il “Douyin E-commerce Queen’s Day Data Report 2021”, report ufficiale circa il comportamento d’acquisto e i modelli di consumo degli utenti dell’app durante l’evento.

Secondo quanto dichiarato direttamente dalla piattaforma:
– il fatturato totale ha superato i 13,63 miliardi di RMB (pari a 2,1 miliardi di dollari);
– il protagonista principale è stato il livestreaming (in particolare quello tenuto da host donne ha ricoperto il 64% delle vendite totali);
– 10,9 miliardi gli utenti che hanno partecipato alle dirette streaming sull’app;
– +1,13 miliardi il numero di commenti inviati in tempo reale dagli spettatori;
Fashion, Beauty e Gioielleria nella top 3 delle categorie di prodotti più venduti.

Il report ha anche rivelato le diverse preferenze in termini di acquisto delle consumatrici cinesi, suddivise per fasce d’età:
– nate negli anni ’60: prodotti per la cura della pelle (creme per il viso) e abbigliamento formale (sciarpe);
– nate negli anni ’70: abbigliamento comodo, scarpe casual e leggings;
– nate negli anni ’80: accessori (orecchini), maschere per il viso;
– nate dopo gli anni ’90: cibo (snack e zuppe pronte).

 

>> LEGGI ANCHE: DOUYIN NON SI FERMA, POTENZIA L’E-COMMERCE PER COMPETERE CON ALIBABA

 

 

Visita il nostro sito e seguici sui social per rimanere sempre aggiornato. 
Contattaci per scoprire la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business: info@oborgroup.net

 

Lascia un commento