PINDUODUO: CRESCE LA DOMANDA DI PRODOTTI ITALIANI

Liquori e vini 100

Nuove opportunità di esportazione per i marchi italiani su Pinduoduo.
Secondo quanto dichiarato direttamente dalla società di Shanghai, la domanda di prodotti italiani continua a crescere fortemente sulla piattaforma e-commerce, annoverata come la più grande in Cina per prodotti agroalimentari, offrendo ai produttori e manifatturieri europei un’occasione di crescita nel settore delle esportazioni da non sottovalutare.

Fondata nel 2015, Pinduoduo è l’unica piattaforma al mondo disponibile solo in versione mobile, e ha aperto la strada a un’esperienza di e-commerce interattiva. Il suo modello di business, infatti, si basa sul group buying, la pratica di fare acquisti di gruppo. In questo modo i social amplificano il numero di utenti all’interno dei vari gruppi di acquisto, dando accesso a prezzi inferiori quanto maggiori saranno gli attori coinvolti nell’acquisto.

Nel 2020, con più di 720 milioni di utenti attivi al mese, Pinduoduo ha sorpassato il gigante dell’e-commerce JD.com, e ha beneficiato di un aumento del 73% in termini di GMV, rispetto all’anno precedente, raggiungendo 214,7 miliardi di dollari. In termini di profilo del cliente, Pinduoduo ha la più alta percentuale di giovani utenti tra le principali piattaforme e-commerce cinesi: più del 90% degli utenti è nato negli anni 2000.

 

Lo scorso novembre, in occasione della fiera Wine to Asia di Shenzhen, Pinduoduo ha dedicato una sessione di live streaming alle tradizioni culinarie e vinicole del Bel Paese attirando oltre 470.000 spettatori. I consumatori cinesi hanno acquistato più di 20.000 articoli italiani, tra cui Ferrero Rocher, Caffè Illy, dentifrici Theramed e frullatori Smeg, e hanno contribuito a incrementare le vendite complessive di vino italiano sulla piattaforma del 160% nel giorno del livecast.

 

>> LEGGI ANCHE: CAFFÈ IN CINA, PIÙ AMARO CHE ALTROVE?

 

Il boom del Chianti su Pinduoduo

Secondo i numeri della piattaforma, il Chianti risulta fra i brand italiani più richiesti, nell’ambito di un aumento della domanda di prodotti Made in Italy. Attualmente la Cina rappresenta circa il 5% del mercato globale del vino Chianti, ma, considerate le vaste dimensioni del mercato, e vista la crescita importante che il Chianti sta avendo in Cina da ormai diversi anni, portare avanti questa sfida è ora più che mai fondamentale e il potenziale di crescita è assicurato.

 

Pinduoduo noto per la garanzia di prodotti di qualità e a buon prezzo

I consumatori cinesi sono sempre propensi a provare nuovi marchi, anche poco conosciuti, purché venga loro dimostrata l’alta qualità e un buon rapporto qualità-prezzo dei prodotti. La crescente domanda cinese di prodotti italiani, non a caso sulla piattaforma Pinduoduo che assicura questo tipo di deal, sta dando nuova vita a marchi di seconda e terza fascia che potrebbero non essere così conosciuti a livello internazionale, ma vantano grande valore proprio per la qualità che offrono.

 

>> LEGGI ANCHE: SOCIAL COMMERCE IN CINA, L’ESEMPIO DI PINDUODUO & YUNJI

 

 

Visita il nostro sito e seguici sui social per rimanere sempre aggiornato. 
Contattaci per scoprire la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business: info@oborgroup.net

 

Lascia un commento