TURISMO CINESE: TREND E PREVISIONI PER IL 2022

hangzhou city photo 1 e7d1 1400x788

Il 19 maggio si è celebrata la Giornata del Turismo Cinese, una ricorrenza introdotta nel 2001 ma ufficialmente approvata dal governo cinese solo nel 2011. La giornata è dedicata all’esploratore cinese Xu Xiake徐霞客 (1587 – 1641) che è vissuto durante la dinastia Ming, spesso definito “l’Indiana Jones della Cina imperiale”. Xu Xiake, infatti, ha scritto un diario riguardo i suoi viaggi e le sue scoperte nel territorio del Regno di Mezzo, e questo è diventato poi un vero e proprio capolavoro letterario.

Sebbene la pandemia da Covid-19 abbia purtroppo colpito duramente il settore turistico, in Cina il turismo domestico si è ripreso appieno ed ha visto perfino una forte crescita.

 

>> LEGGI ANCHE: CROSS-BORDER E-COMMERCE IN CINA: PERFORMANCE E TREND

 

Il settore del turismo in Cina

La Festa dei Lavoratori, che si celebra anche in Cina il 1° maggio, ha concesso ai cittadini cinesi ben cinque giorni di vacanza (1-5 maggio), e in molti hanno organizzato viaggi e soggiorni all’interno dei confini nazionali. In particolare, i viaggi nazionali sono stati più di 200 milioni, per una spesa di 113,23 miliardi di RMB (ovvero circa 15,5 miliardi di euro). Questo periodo ha permesso di segnare una ripresa del turismo interno cinese che ha addirittura superato i numeri del 2019.

Inoltre, secondo un recente rapporto della piattaforma Ctrip, i tre giorni di vacanza legati al Dragon Boat Festival (12-14 giugno) porteranno all’organizzazione di quasi 100 milioni di viaggi, con Pechino, Shanghai e Hangzhou che si rivelano essere le 3 destinazioni preferite.

Il 2020 era stato dichiarato l’Anno del Turismo Italia-Cina, ma lo scoppio della pandemia ha bloccato tutte le iniziative che sono state quindi posticipate al 2022. Il settore del turismo rappresenta un’opportunità molto importante per le aziende italiane dato che il nostro paese si pone come meta europea preferita dai viaggiatori cinesi. Con oltre 3 milioni di arrivi, l’Italia supera in Europa Francia, Germania e Spagna come destinazione di viaggio e, in particolare, vede regioni come Lazio, Veneto, Toscana, Lombardia, Emilia-Romagna e Campania in testa alle mete preferite. Le previsioni per il 2022 sono davvero positive e annunciano che i turisti cinesi sceglieranno anche località maggiormente legate al turismo culturale. In testa alla lista delle nuove mete ci sono diversi siti UNESCO, come Pompei ed Ercolano, la Costiera Amalfitana e la valle dei Templi di Agrigento, solo per citarne alcune.

 

I turisti cinesi in Italia

Metropoli come Pechino, Shanghai, Guangzhou e Chengdu si presentano come le città da cui partono maggiormente turisti cinesi che vogliono raggiungere l’Italia.

Se all’inizio il turismo cinese non era sempre ben visto ed era oggetto di pregiudizi, negli ultimi anni si sono notati diversi cambiamenti.  Anche i turisti cinesi adesso amano visitare mete meno gettonate, e preferiscono itinerari tailor made. In particolare, è aumentato il numero di viaggiatrici donne tra i 25 ai 34 anni che si spostano soprattutto nei mesi di febbraio, luglio e ottobre, in concomitanza con le principali festività cinesi o con le vacanze estive.

 

>> LEGGI ANCHE: SHOPPING FESTIVAL IN CINA: SEI SICURO DI CONOSCERLI TUTTI?

 

Turismo digitale

Internet si rivela come lo strumento principale per informarsi prima di un viaggio: il 50% dei turisti cinesi sceglie la propria destinazione turistica online. Il primo step è costituito dalla ricerca delle informazioni utili, seguito dalla prenotazione di voli, hotel ed esperienze su app e siti dedicati. Per questo è importante che le aziende del settore turistico abbiano una solida presenza nei principali social cinesi e siano in grado di adattare la propria comunicazione al contesto culturale.
I social media fungono, quindi, da alleati vincenti per far conoscere al turista cinese non solo le informazioni necessarie sul viaggio, ma anche le meraviglie che ogni destinazione offre.

 

>> LEGGI ANCHE: DIGITAL MARKETING LANDSCAPE IN CHINA: TRENDS AND TIPS

 

Durante il periodo di stop del settore turistico imposto dal Covid-19, i canali digitali hanno cercato di colmare le distanze. Nonostante il turismo verso l’estero non sia ancora ripreso, numerose piattaforme si sono organizzate con sessioni di live streaming. Negli ultimi mesi, Online Travel Agencies (OTA) come Mafengwo 马蜂莴 si sono servite delle dirette, che in Cina sono utilizzate principalmente per le vendite e-commerce, per portare i turisti a visitare virtualmente le bellezze di territori esteri.

Fliggy 飞猪, la prima OTM (Online Travel Marketplace) di Alibaba Group, ha organizzato una campagna digital chiamata “Fliggy Cloud Tourism” volta a far conoscere nuove destinazioni ai cittadini cinesi. Nell’ambito di questo progetto, Fliggy ha svolto una diretta raccontando il patrimonio storico e culturale del nostro paese, e portando +230mila utenti cinesi alla scoperta del Colosseo di Roma e del Carnevale di Venezia.

 

 

Visita il nostro sito e seguici sui social per rimanere sempre aggiornato. 
Contattaci per scoprire la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business: info@oborgroup.net

 

Lascia un commento