OBOR GATEWAY: LA SOLUZIONE ONE-STOP PER VENDERE IN CINA

obor gateway articolo

La Cina è il più grande mercato e-commerce al mondo e, secondo le previsioni, da qui a 5 anni i consumatori cinesi copriranno circa la metà del mercato luxury a livello mondiale, con un potere di acquisto di +6,4 miliardi di USD. Dato questo enorme potenziale, non sorprende che molte aziende internazionali considerino questo mercato come un’opzione interessante per espandere il proprio business e per raggiungere i +1,4 miliardi di consumatori cinesi. Eppure, la Cina non è un mercato semplice da gestire. OBOR Gateway è una soluzione innovativa e multi-channel che coniuga servizi di marketing e trading in risposta a tutta una serie di difficoltà con cui le aziende internazionali devono fare i conti prima del loro ingresso sul mercato cinese. Vediamo insieme quali.

 

1. Differenze linguistico-culturali

Molto spesso la distanza linguistico-culturale tra occidente e Cina viene sensibilmente sottovalutata: non è sufficiente comprendere le differenze tra realtà così diverse ma bisogna anche saperle accettare, rispettare e applicare. La conoscenza della cultura locale è, infatti, un aspetto particolarmente importante per poter sviluppare una strategia di marketing di successo in Cina.
Per colmare questo gap, OBOR Gateway offre un servizio di mediazione culturale e linguistica da parte di un team di esperti della lingua e della business culture cinese, e, forte del supporto di un’ampia rete di partner locali, definisce la strategia di approccio migliore al mercato cinese in base alle esigenze di ogni cliente.

 

>> LEGGI ANCHE: DO & DON’TS OF MARKETING IN CHINA

 

2. Il mio brand non è conosciuto in Cina

Avere un prodotto di qualità non è sufficiente per vendere in Cina. I consumatori cinesi, oltre ad essere tra i più grandi fruitori della rete sia per l’acquisizione di informazioni che per lo shopping, tendono a preferire un prodotto per la sua popolarità, più che per le sue caratteristiche. Per questo motivo è importante costruire una solida Brand Identity dando visibilità e riconoscibilità al proprio marchio. Il primo passo per il raggiungimento di questi obiettivi è avere una presenza online nel panorama digital cinese, caratterizzato da canali diversi da quelli a cui siamo abituati in occidente. Bisogna, dunque, essere disposti a rimodulare completamente la propria strategia di marketing e adattarla alle esigenze del mercato locale cinese: non ci si può aspettare, infatti, che strategie di marketing valide per il mercato occidentale abbiano successo anche in Cina.
Affidarsi ad un partner strategico che si sappia destreggiare tra le piattaforme locali cinesi permette di aumentare la brand awareness e commercializzare con successo il proprio prodotto nel mercato cinese. OBOR Gateway è pertanto presente sulle principali piattaforme social cinesi, (comprese WeChat, Weibo, Douyin e Xiaohongshu) con account ufficiali, dando visibilità ai brand e aumentandone la popolarità tra gli internet user cinesi.

 

>> LEGGI ANCHE: HOW BRAND MARKETING IS IMPORTANT IN CHINA? MENGNIU DAIRY CASE STUDY

 

3. Scenario e-commerce diverso

Come per altri settori digital, anche per l’e-commerce lo scenario cinese è completamente diverso da quello occidentale. In Cina esistono numerose piattaforme generaliste o specializzate in determinati settori che vengono utilizzate ogni giorno da utenti cinesi per finalizzare acquisti online. OBOR Gateway è presente sui principali marketplace cinesi (tra cui i 3 top player Tmall, Taobao e JD.com) con online store verificati: selezioniamo accuratamente il canale più adatto alla vendita di ciascuna categoria di prodotto e integriamo schede prodotto personalizzate e in linea con i gusti del pubblico cinese.

 

>> LEGGI ANCHE: E-COMMERCE IN CINA: VENDITE PER $736 MLD NEL PRIMO SEMESTRE 2020

 

4. Costi di entrata non indifferenti

Entrare nel mercato cinese non è un processo a basso costo. Anzi avviare e gestire un’attività di successo in Cina può risultare sorprendentemente costoso per le aziende straniere. Basti pensare che la fee di apertura e gestione di un flagship store su uno dei principali marketplace cinesi richiede un investimento iniziale di decine di migliaia di euro a cui vanno poi applicate le commissioni di vendita che dipendono dal prezzo del prodotto e dai costi di logistica. Per ultimo, ma non meno importanti, ci sono i continui investimenti in campagne adv da tenere in considerazione per portare traffico ai propri canali online e promuovere brand e prodotti. OBOR Gateway offre una soluzione a costi accessibili e vantaggiosi per entrare nel mercato cinese grazie alla sua presenza omnichannel e ad una strategia che integra servizi di marketing e online sales.

 

>> LEGGI ANCHE: REGISTRARE UN BRAND IN CINA: LE 3 DOMANDE DA PORSI PRIMA DI INIZIARE

 

 

5. Come spedisco in Cina?

Un problema comune e complesso che si trovano ad affrontare i brand che vendono prodotti idonei all’esportazione in Cina riguarda la logistica, la spedizione e lo sdoganamento degli stessi. In questi casi, lavorare con partner logistici è il modo più semplice per gestire l’ingresso nel mercato cinese in maniera trasparente ed efficiente. L’obiettivo di OBOR Gateway è quello di incrementare la presenza digital di aziende e brand internazionali nel panorama e-commerce cinese, e di facilitare la vendita di prodotti a condizioni vantaggiose attraverso cross-border con merce già sdoganata e stoccata in un magazzino in Cina, e general trade, con merce stoccata presso un “bonded warehouse”, una struttura situata sul territorio cinese ma formalmente considerata estero, nella quale è possibile stoccare merci per un periodo indefinito, beneficiando di un regime economico sospensivo.

 

 

Considerato che il mercato cinese offre molte opportunità ai brand internazionali ma è anche complesso ed articolato, il progetto OBOR Gateway rappresenta una soluzione concreta, innovativa e multicanale che si pone come principali obiettivi la riduzione dei costi di ingresso in Cina e il raggiungimento di maggiori risultati, grazie all’integrazione di servizi di marketing e trading. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici a info@oborgroup.net

 

 

Lascia un commento